Roberto Brambille e Vincenzo Brambille, il Consiglio di Stato rinvia a giudizio al CGA per la Regione Sicilia

Roberto Brambille e Vincenzo Brambille sono stati rappresentati e difesi dagli avvocati Giancarlo Greco e Fabio Petrantoni.
Il Comune di Palermo, è stato rappresentato e difeso dall’avvocato Giuseppe Natale.
Antonino Oddo è stato rappresentato e difeso dagli avvocati Giovanni Immordino e Giuseppe Immordino.

Il Comune di Palermo rilasciò ai signori Gangarossa e Calì la concessione edilizia 8 marzo 2011, n. 81 per la realizzazione di una villetta residenziale bifamiliare sul terreno sito in via Lanza di Scalea n. 2213. Tale concessione di lì a breve fu volturata in favore del sig. Antonino Oddo divenuto acquirente e nuovo proprietario del bene immobile. Avverso la concessione n. 81 del 2011, e prima ancora avverso il frazionamento che l’aveva preceduta, proposero ricorso, chiedendone l’annullamento, i signori Roberto e Vincenzo Brambile.

Con sentenza 6 marzo 2012, n. 663 il Tar dichiarò il ricorso in parte inammissibile e in altra parte infondato. Roberto e Vincenzo Brambile proposero appello d’innanzi il Consiglio di Stato.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, non definitivamente pronunciando sull’appello come in epigrafe proposto, afferma i principi di diritto di cui in motivazione e restituisce per il resto al Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione Siciliana.

Involved fees earner: Giancarlo Greco – Greco Giancarlo Studio Legale; Giovanni Immordino – Immordino Studio Legale; Giuseppe Immordino – Immordino Studio Legale; Fabio Petrantoni – Petrantoni Fabio;

Law Firms: Greco Giancarlo Studio Legale; Immordino Studio Legale; Petrantoni Fabio;

Clients: Antonino Oddo; Comune di Palermo; Roberto Brambille; Vincenzo Brambille;

Author: Alejandro Girola