Rafforzamento patrimoniale e finanziario di Saipem

Nell’operazione Chiomenti e Dentons hanno affiancato Saipem Spa, Gattai, Minoli, Partners ha prestato assistenza a ENI, BonelliErede ha assistito CDP, mentre Clifford Chance ha affiancato le banche finanziatrici e Latham & Watkins ha agito per le banche coinvolte nell’aumento di capitale.

Il Consiglio di Amministrazione di Saipem ha approvato l’aggiornamento del Piano strategico 2022-25 e la manovra di rafforzamento della struttura finanziaria e patrimoniale della Società, che prevede un aumento di capitale di 2 miliardi di euro entro fine anno.
 
I soci ENI e CDP hanno assunto l’impegno a sottoscrivere complessivamente circa il 43% dell’aumento di capitale, in proporzione alle partecipazioni rispettivamente detenute nel capitale della società; la restante parte di circa 57% è coperta da un accordo di preunderwriting con primarie banche italiane e internazionali.
 
Saipem ha inoltre sottoscritto accordi per far fronte alle esigenze di liquidità a breve termine per 1,5 miliardi di euro, di cui 645 milioni di euro messi a disposizione da ENI e CDP quali versamenti in conto futuro aumento di capitale, e per 855 milioni di euro da un pool di banche a titolo di finanziamento.
 
La realizzazione del Piano si basa sulla nuova organizzazione che si pone l’obiettivo di una maggiore efficienza in linea con le esigenze della transizione energetica.
 
Per la Direzione Legale di Saipem, l’operazione è stata seguita dal General Counsel, Avv. Mario Colombo. I proff. Piergaetano e Carlo Marchetti hanno seguito nell’operazione gli amministratori indipendenti di Saipem.
 
Chiomenti ha messo a disposizione di Saipem un team multidisciplinare per prestare assistenza in tutti gli aspetti della suddetta complessiva operazione di rafforzamento patrimoniale e finanziario.

Il Prof. Avv. Marco Maugeri e l’Avv. Giorgio Cappelli hanno guidato rispettivamente il team che ha prestato assistenza per i profili societari e di rafforzamento patrimoniale composto dall’Avv. Federico Amoroso con l’Avv. Edoardo Cossu e l’Avv. Laura Papi; e il team che ha seguito i profili di finanza composto dall’Avv. Antonio Tavella con l’Avv. Andrea Martino, l’Avv. Giulia Lamon e l’Avv. Riccardo Coppola.

Lo studio Dentons ha assistito Saipem per la due diligence legale relativa ai rapporti contrattuali e al contenzioso, con un team multi-giurisdizionale guidato dalla partner Sara Biglieri e composto dal partner Giovanni Diotallevi e dal managing counsel Andrea De Luca Picione per quanto concerne la valutazione dei principali contratti ed il rilascio di pareri a conforto delle banche finanziatrici e dei garanti, nonché dal partner Matteo Vizzardi per gli aspetti di white collar crime e dalla partner Lucille De Silva dell’ufficio di Londra, oltre che da colleghi di 13 Paesi, inclusi Australia, US e UAE.

Gattai, Minoli, Partners ha prestato assistenza a ENI con un team composto dai soci Gaetano Carrello, Bruno Gattai e Marco Ventoruzzo, dai counsel Gaetano Petroni e Damiano Battaglia e dagli associate Elena Calzavara e Matteo Zoccolan e dal team legale interno di Eni composto da Federica Andreoni, Elena Tosti e Michele Ausiello.
 
BonelliErede ha prestato assistenza a CDP con un team guidato dal socio Gianpiero Succi e composto dall’of counsel Giovanni Domenichini, il socio Massimo Merola, il senior associate Luigi Chiarella e l’associate Alessandro Cogoni.
 
Clifford Chance ha prestato assistenza alle banche finanziatrici in tutte le fasi della rinegoziazione della linea di credito da 1,5 miliardi di euro con un team guidato dal partner Giuseppe De Palma e composto dal counsel Filippo Tassoni, dal senior associate Chiara Commis e dall’associate Aldo Schiavo.
 

Latham&Watkins ha prestato assistenza agli istituti bancari BNP PARIBAS, Citigroup Global Markets Limited, Deutsche Bank Aktiengesellschaft, HSBC Continental Europe, Intesa Sanpaolo S.p.A. e UniCredit Bank AG, Milan Branch (in qualità di joint global coordinators) e ABN AMRO Bank N.V., Banca Akros S.p.A., Banco Santander, S.A., Barclays Bank Ireland PLC, BPER Banca S.p.A., Goldman Sachs International, Société Générale e Stifel Europe Bank AG (in qualità di joint bookrunners) con un team guidato dai partner Antonio Coletti e Ryan Benedict composto da Guido Bartolomei, Irene Pistotnik, Michele Vangelisti, Francesca Tanzi Marlotti, Lorenzo Rovelli e Leonardo Fossatelli.

Involved fees earner: Luigi Chiarella – BonelliErede; Alessandro Cogoni – BonelliErede; Giovanni Domenichini – BonelliErede; Massimo Merola – BonelliErede; Gianpiero Succi – BonelliErede; Federico Amoroso – Chiomenti; Giorgio Cappelli – Chiomenti; Riccardo Coppola – Chiomenti; Edoardo Cossu – Chiomenti; Giulia Lamon – Chiomenti; Andrea Martino – Chiomenti; Laura Papi – Chiomenti; Antonio Tavella – Chiomenti; Chiara Commis – Clifford Chance; Giuseppe De Palma – Clifford Chance; Aldo Schiavo – Clifford Chance; Filippo Tassoni – Clifford Chance; Sara Biglieri – Dentons; Andrea De Luca Picione – Dentons; Lucille De Silva – Dentons; Giovanni Diotallevi – Dentons; Matteo Vizzardi – Dentons; Damiano Battaglia – Gattai, Minoli, Partners; Elena Calzavara – Gattai, Minoli, Partners; Gaetano Carrello – Gattai, Minoli, Partners; Bruno Gattai – Gattai, Minoli, Partners; Gaetano Petroni – Gattai, Minoli, Partners; Marco Ventoruzzo – Gattai, Minoli, Partners; Matteo Zoccolan – Gattai, Minoli, Partners; Guido Bartolomei – Latham & Watkins; Ryan Benedict – Latham & Watkins; Antonio Coletti – Latham & Watkins; Irene Pistotnik – Latham & Watkins;

Law Firms: BonelliErede; Chiomenti; Clifford Chance; Dentons; Gattai, Minoli, Partners; Latham & Watkins;

Clients: Banco BPM S.p.A.; BNP Paribas; Cassa Depositi e Prestiti (CDP); Citibank; Citigroup Global Markets Ltd; Deutsche Bank; Eni S.p.A.; HSBC; HSBC Continental Europe; illimity Bank S.p.A.; IMI – Intesa SanPaolo; Intesa Sanpaolo S.p.A.; Saipem; Unicredit S.p.A.;