Officina Marcenta vince contro il Fisco

È stata la Commissione Tributaria Provinciale di Padova, presieduta dal giudice Pietro Albertin, a riconoscere le ragioni della società Officina Marcenta, assistita dallo Studio Bogoni con i dottori commercialisti Aldo Travain ed Emanuele Artuso, contro le pretese del Fisco.

La vicenda riguarda l’anno di imposta 2014, in relazione al quale il Fisco aveva contestato la produzione di ricavi non dichiarati, induttivamente accertati a seguito di alcuni controlli sui conti correnti dei soci e dei familiari.

I difensori dell’Officina Marcenta hanno dimostrato che la gestione della società non era improntata all’evasione fiscale e che i movimenti nei conti correnti personali analizzati dal Fisco avevano documentata giustificazione in relazione allo stile di vita dei titolari del conto.

L’Agenzia delle Entrate – si legge in sentenza – “non ha fornito alcun elemento materiale, non ha raccolto alcuna prova e non ha evidenziato alcuna anomalia che potesse in qualche modo far ritenere che il volume d’affari dell’Officina Marcenta fosse superiore a quanto dichiarato”.

Di conseguenza la Commissione Tributaria Provinciale di Padova, con sentenza pubblicata lo scorso 21 gennaio, ha accolto il ricorso della società contribuente, annullando l’avviso di accertamento e condannando il fisco al pagamento delle spese del giudizio.

Involved fees earner: Emanuele Artuso – Bogoni Studio; Aldo Travain – Bogoni Studio;

Law Firms: Bogoni Studio;

Clients: Officina Marcenta;