La Corte dei Conti assolve gli istituti di credito sui contratti derivati della Regione Basilicata

Nel procedimento lo studio BonelliErede ha assistito Dexia Crediop, mentre UBS Europe è stata affiancata dagli studi Macchi di Cellere Gangemi e Lipani Catricalà & Partners.

Con sentenza n. 2 del 20 gennaio 2022, la Corte dei Conti – Sezione Giurisdizionale Regione Basilicata ha respinto le domande della Procura riguardanti la presunta responsabilità erariale di UBS Europe e Dexia Crediop per i contratti derivati sottoscritti dalla Regione nel 2006.

La Corte dei Conti ha escluso la sussistenza della giurisdizione contabile nei confronti di entrambi gli istituti di credito, evidenziando come la sottoscrizione dei contratti derivati in discussione dovesse essere ricondotta all’autonoma iniziativa della Regione.

La Corte ha anche escluso qualsiasi profilo di responsabilità dei funzionari regionali coinvolti, sostenendo che nessuna perdita possa essere ascritta all’operazione e rilevando come la scelta di sottoscrivere detti contratti derivati fosse, quindi, razionale e non diseconomica.

BonelliErede ha assistito Dexia Crediop con un team composto dal partner Massimiliano Danusso, leader del focus team debt capital markets, e Ettore Frustaci, senior counsel.

UBS Europe S.E. è stata rappresentata nel procedimento dallo studio Macchi di Cellere Gangemi con gli avvocati Claudio Visco, Marialuigia Di Vincenzo, Matteo Patrignani e dallo studio Lipani Catricalà & Partners con gli avvocati Damiano Lipani e Francesca Sbrana.

Involved fees earner: Massimiliano Danusso – BonelliErede; Ettore Frustaci – BonelliErede; Damiano Lipani – Lipani Catricalà & partners; Francesca Sbrana – Lipani Catricalà & partners; Marialuigia Di Vincenzo – Macchi Di Cellere Gangemi; Matteo Patrignani – Macchi Di Cellere Gangemi; Claudio Visco – Macchi Di Cellere Gangemi;

Law Firms: BonelliErede; Lipani Catricalà & partners; Macchi Di Cellere Gangemi;

Clients: Dexia Crediop; UBS Europe SE;