BPER Banca completa aumento di capitale per l’acquisizione dei 532 sportelli da Intesa Sanpaolo


Concluso l’aumento di capitale da euro 802,2 milioni di BPER Banca, destinato a finanziare l’acquisizione dei 532 sportelli da Intesa Sanpaolo a seguito della conclusione dell’OPAS su UBI.

Le adesioni all’aumento di capitale sarebbero state pari al 99,21 %, includendo anche Unipol (primo azionista di BPER con il 19,68% del capitale con diritto di voto) e Fondazione di Sardegna (secondo azionista di BPER con il 10,22% del capitale con diritto di voto) per le rispettive quote di competenza.

Il CdA aveva deliberato un aumento mediante emissione di un massimo di 891.398.064 azioni ordinarie BPER da offrire in opzione agli azionisti e ai titolari delle obbligazioni convertibili rivenienti dal prestito obbligazionario convertibile “Additional Tier 1” emesso in data 25 luglio 2019 nel rapporto di 8 nuove azioni ogni 5 diritti di opzione posseduti al prezzo di sottoscrizione di 0,90 euro per ciascuna nuova azione.

ll closing per il passaggio di mano del Ramo costituito dai 532 sportelli è previsto per la seconda metà di febbraio 2021 per quanto concerne le filiali di Ubi Banca e il secondo trimestre 2021 per le filiali di Intesa Sanpaolo.

RASS – Studio Legale Rinaldi e Associati, con l’avv. Cosimo Di Bitonto, ha assistito Fondazione di Sardegna per tutti gli aspetti legali legati alla partecipazione all’aumento di capitale di BPER e alla necessaria autorizzazione preventiva del MEF, quale autorità di vigilanza delle fondazioni bancarie.

Involved fees earner: Cosimo Di Bitonto – Rinaldi & Associati;

Law Firms: Rinaldi & Associati;

Clients: Fondazione di Sardegna;