TechLaw in Italia, gli studi si confronteranno su Intelligenza artificiale, big data e cybersecurity

Partnership tra Carnelutti Law Firm e ICTLC per la tech law, cyber security e innovazione

Dal 17 al 21 maggio a Roma, lo studio legale e tributario internazionale Tonucci & Partners, organizza l’incontro annuale TechLaw tra gli studi con sedi in 48 Paesi specializzati in nuove tecnologie.

I legali si confronteranno con esponenti delle imprese, delle istituzioni, delle università, delle autorità di controllo e dell’informazione sul tema: “Intelligenza artificiale, big data e cybersecurity”.

Dopo lo stop del 2020 dovuto alla pandemia, Techlaw, organizzazione internazionale creata negli Usa nel 1986 che riunisce 28 studi legali con oltre 10.500 avvocati e sedi in 48 Paesi specializzati in information technology, diritto delle nuove tecnologie, privacy e proprietà intellettuale, farà tappa in Italia, a Roma, sede dell’unico studio rappresentante italiano del network.

Una cinque giorni di incontri che vedrà confrontarsi gli esperti mondiali di diritto delle nuove tecnologie anche con esponenti del Governo, autorità di garanzia e controllo, associazioni del settore e aziende italiane.

Si partirà con l’Academy – incontro di formazione per garantire la continuità e l’alta specializzazione della rete TechLaw del futuro, e inserito eccezionalmente nell’evento romano, rivolto a junior partners e senior associates – e si concluderà con la Conference del 20 maggio all’Hotel Sina Bernini dal titolo “Artificial Intelligence, Big Data e Cybersecurity, the actual and future challenges”.

Durante la giornata, rappresentanti del Governo – dal ministero per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale a quello della Difesa – del Garante per la protezione dei dati personali e della guardia di finanza, delle più importanti aziende italiane e associazioni e professionisti del settore, si confronteranno con i legali in tre panel: legale, business e tecnico.

In discussione: orientamenti normativi, presenti e futuri, in Europa e in alcune delle maggiori economie mondiali, esperienze di sviluppo e investimento in digitalizzazione e utilizzo di nuove tecnologie di intelligenza artificiale in vari settori (industry4.0, servizi, marketing) e analisi di scenari di rischio e minacce connesse alla gestione dei Big Data.