Scorzè corse vince contro il Fisco

È stata la Commissione Tributaria Provinciale di Venezia, presieduta dal giudice Giuseppe Caracciolo, a riconoscere le ragioni di ASD Scorzè Corse contro le pretese del Fisco. L’associazione è stata assistita da GBA studio legale e tributario con l’avvocato Massimiliano Leonetti e i dottori commercialisti Guido Gasparini Berlingieri e Marco De Marchis.

ASD Scorzè è attiva sul territorio nell’organizzazione del Rally Città di Scorzè, l’appuntamento trentennale che quest’anno si svolgerà dal 31 luglio al 1 agosto.

Quella tra il Fisco è ASD Scorzè è una vicenda nata nel 2019 quando l’Agenzia delle Entrate aveva notificato all’Associazione un avviso di accertamento in cui, contestando per l’anno 2014 l’applicazione del regime fiscale agevolato tipico delle “associazioni sportive dilettantistiche” ed inquadrando l’attività nel regime ordinario di tassazione, pretendeva il pagamento di circa 100 mila euro tra maggiori imposte, sanzioni ed interessi oltre al disconoscimento dei benefici fiscali tipici dell’A.S.D. per gli anni successivi. 

I difensori di ASD Scorzè Corse hanno dimostrato  l’infondatezza delle contestazioni del Fisco evidenziando la natura non commerciale dell’attività svolta dall’Associazione che, in quanto regolarmente iscritta al registro CONI, poteva fruire delle agevolazioni fiscali rispondendo pienamente ai requisiti previsti dalla normativa sulle associazioni sportive dilettantistiche (art. 90 L. 289/2002).

Così la Commissione Tributaria Provinciale di Venezia, con sentenza depositata lo scorso 6 luglio, ha accolto il ricorso dell’Associazione, annullato l’avviso di accertamento e condannato l’Agenzia delle Entrate al pagamento delle spese di lite.

 

Involved fees earner: Marco De Marchis – GBA Legale e Tributario; Guido Gasparini Berlingieri – GBA Legale e Tributario; Massimiliano Leonetti – GBA Legale e Tributario;

Law Firms: GBA Legale e Tributario;

Clients: Scorzè Corse ASD;

Author: Massimo Casagrande