Safin vince in Cassazione contro il Comune di Conegliano

Safin vince in Cassazione contro il Comune di Conegliano

È stata la quinta sezione della Suprema Corte, presieduta dalla giudice Liana Maria Teresa Zoso, ad accogliere il ricorso di Safin snc assistita dal prof. avvocato Francesco Moschetti, contro le pretese del Comune di Conegliano assistito dal prof. avvocato Roberto Esposito.

La vicenda riguarda due avvisi di accertamento per l’I.M.U. del 2013 e 2014 in relazione ad un terreno con entrostante fabbricato rurale nel Comune di Conegliano (Treviso).

In primo grado la Commissione Tributaria Provinciale di Treviso aveva accolto la posizione del Comune secondo cui era “carente il rapporto pertinenziale tra il fabbricato rurale ed il terreno”.

Una decisione confermata in appello dalla Commissione Tributaria Regionale del Veneto secondo cui, tra l’altro, “la motivazione della decisione di prime cure sulla corretta determinazione del valore assoggettabile ad I.M.U. era esaustiva”.

La Cassazione, con ordinanza pubblicata il 15 dicembre, ha accolto il ricorso della società contribuente riconoscendo a Safin, con decisione nel merito, l’esenzione da I.M.U. per il fabbricato rurale e l’area adiacente.

Safin snc è la società immobiliare del gruppo Safi srl, fondato dall’imprenditore Fiorenzo Sartor e attivo nella produzione e commercializzazione di ponteggi autosollevanti e ascensori per la cantieristica.

Involved fees earner: Roberto Esposito – Fantozzi & Associati; Francesco Moschetti – Moschetti Francesco e Associati;

Law Firms: Fantozzi & Associati; Moschetti Francesco e Associati;

Clients: Comune di Conegliano; Safin snc;

Print Friendly, PDF & Email
Avatar

Author: Massimo Casagrande