RASS Studio Legale Rinaldi & Associati e Kesikli Law Firm creano un ponte tra Italia e Turchia

RASS Studio Legale Rinaldi & Associati e Kesikli Law Firm creano un ponte tra Italia e Turchia

Inizia una nuova collaborazione tra lo studio italiano e quello turco, con la creazione di un nuovo desk nelle rispettive sedi per la rappresentanza del partner, con l’intenzione di assistere le aziende in operazioni cross-border tra i due paesi.

RASS Studio Legale Rinaldi & Associati ha annunciato una nuova collaborazione con Kesikli Law Firm, studio basato a Istanbul specializzato in assistenza alle imprese, che prevede l’apertura reciproca di un desk presso i propri uffici a Roma e a Istanbul.

Con questa partnership RASS intende offrire assistenza alle aziende italiane impegnate in Turchia, mentre Kesikli potrà affiancare, con il supporto di RASS, le imprese turche attive sul mercato italiano.

Da anni lo Studio RASS guarda ai paesi del Mediterraneo come a un’imprescindibile opportunità di crescita per le imprese della Penisola e la Turchia, importante partner commerciale, è uno dei Paesi con la maggiore presenza di aziende italiane.

In questo contesto, malgrado le difficoltà dovute alla pandemia, si è cercato di creare nuove occasioni di dialogo, comunicazione e collaborazione, che hanno portato a costruire un rapporto di reciproca fiducia e stima con Ömer Kesikli e il suo Studio.

Lo Studio Legale Kesikli è stato raccomandato con continuità da Legal500 EMEA, società di ricerca, posizionamento ed editoria che stila annualmente classifiche del settore legal, per i servizi erogati, il team dedicato di avvocati competenti e impegnati, la preziosa conoscenza del settore, l’alto grado di professionalità e come Leader Studio per l’attività svolta nei settori Finanza e Project Finance, Energia, Real Estate e Appalti.

L’Avv. Egidio Rinaldi (in foto) ha dichiarato: «Siamo lieti di annunciare questa nuova collaborazione e di iniziare quest’avventura che siamo certi rappresenterà uno stimolo e un’opportunità anzitutto per i nostri clienti e per le aziende turche che intendono investire in Italia».