Obton acquisisce un portafoglio fotovoltaico da E2E

Nell’ambito dell’operazione lo studio Orrick ha assistito Obton, mentre E2E Spa è stata assistita da L&B Partners Avvocati Associati. DLA Piper ha curato ladue diligence e assistito alcune banche finanziatrici.

Obton, uno dei principali investitori a livello europeo nel solare, ha acquisito da E2E un portafoglio fotovoltaico che ha permesso al fondo di arrivare a una potenza installata acquisita in Italia superiore a 270MW.

A poco più di un anno dalla prima cessione che aveva visto gli stessi protagonisti per un portafoglio di size inferiore, l’operazione consolida i rapporti tra il gruppo danese e quello che fa capo a Gianluca Lancellotti e che si annuncia tra le più rilevanti nel mercato secondario italiano. La relazione tra i due Gruppi punta quindi ad una partnership di lungo periodo per sfruttare appieno le sinergie tra E2E che si occupa di individuare le migliori opportunità di investimento e Obton che si occupa di ottimizzare il parco FV in continua crescita, per poi collaborare nella gestione tecnica e negli interventi di revamping dello stesso nel tempo.

Il team di Orrick è stato guidato dal partner Carlo Montella, global Deputy Business Unit Leader della practice Energy and Infrastructure dello studio, coadiuvato per tutti i profili M&A dalla senior associate Simonetta Formentini e per gli aspetti di diritto amministrativo dalla partner Francesca Isgrò, dall’of counsel Celeste Mellone e dall’associate Edoardo Mencacci, insieme a Costanza Scarascia Mugnozza e Chiara Amitrano, gli aspetti societari sono stati seguiti da Paola Alberta Esposito e Iacopo Randazzo e gli aspetti finance da Teresa Florio.

Il team di L&B Partners Avvocati Associati è stato guidato dal partner Davide Pelloso, responsabile della practice M&A dello studio, e composto per tutti i profili M&A dal managing associate Giuseppe Candela e dalla junior associate Benedetta Valgoi e per gli aspetti di diritto amministrativo dalla partner Pina Lombardi, dallo special counsel Vincenzo Telera, dal counsel Alessandro Salzano e dall’associate Elena Cuppari. Il team di L&B, che ha assistito il gruppo dei venditori anche nella fase di acquisizione di una rilevante porzione del portafoglio oggetto di cessione, è stato coordinato da Michele Di Terlizzi managing partner dello studio.

DLA Piper ha curato le attività di due diligence relative al portafoglio di impianti fotovoltaici nel perimetro dell’acquisizione con un team coordinato dal partner Giampiero Priori e composto dai partner Federico Zucconi Galli Fonseca e Giovanni Ragnoni Bosco Lucarelli, dagli avvocati Silvia Ravagnani, Oreste Sarra, Francesco Chericoni, Carolina Magaglio, Alessandra Fanelli e da Federica Valentini e Benedetta Cerantola, che si sono occupati degli aspetti immobiliari, societari e relativi ai contratti di progetto. Gli aspetti relativi alle autorizzazioni amministrative ed al riconoscimento degli incentivi dell’attività di due diligence sono stati seguiti dalla partner Germana Cassar, dall’avvocato Mattia Malinverni e da Francesca Sala.

DLA Piper ha inoltre assistito talune banche finanziatrici del portafoglio di impianti fotovoltaici in relazione alle richieste di deroga e modifica dei contratti di finanziamento in essere con riferimento al cambio di controllo, con un team coordinato dal partner Giampiero Priori e composto dagli avvocati Oreste Sarra e Carolina Magaglio.

Domenico Vinci, CEO di Tree Horizon, ha assistito Obton come M&A financial advisor, mentre L&B Partners, ha assistito il gruppo dei venditori per gli aspetti di financial advisory legati alla strutturazione e negoziazione dell’operazione con un team guidato dal partner Gianguido Arcangeli, e composto dal vice president Domenico Magistri e dall’analyst Francesco Mariani.

Nel deal ha partecipato anche Luca Ditadi con L&B financial come advisor finanziario indipendente.

Il notaio che ha seguito la complessa operazione è stato Carlo Munafò.

Involved fees earner: Germana Cassar – DLA Piper; Benedetta Cerantola – DLA Piper; Francesco Chericoni – DLA Piper; Alessandra Fanelli – DLA Piper; Carolina Magaglio – DLA Piper; Mattia Malinverni – DLA Piper; Giampiero Priori – DLA Piper; Giovanni Ragnoni Bosco Lucarelli – DLA Piper; Silvia Ravagnani – DLA Piper; Oreste Sarra – DLA Piper; Federica Valentini – DLA Piper; Federico Zucconi Galli Fonseca – DLA Piper; Giuseppe Candela – L&B Partners; Elena Cuppari – L&B Partners; Michele Di Terlizzi – L&B Partners; Pina Lombardi – L&B Partners; Davide Pelloso – L&B Partners; Alessandro Salzano – L&B Partners; Vincenzo Telera – L&B Partners; Benedetta Valgoi – L&B Partners; Chiara Amitrano – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Paola Esposito – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Teresa Florio – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Simonetta Formentini – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Francesca Isgrò – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Celeste Mellone – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Edoardo Mencacci – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Carlo Montella – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Iacopo Randazzo – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP; Costanza Scarascia Mugnozza – Orrick Herrington & Sutcliffe LLP;

Law Firms: DLA Piper; L&B Partners; Orrick Herrington & Sutcliffe LLP;

Clients: E2E S.p.A.; Intesa Sanpaolo S.p.A.; Obton A/S;