La Corte si esprime a favore del Comune di Villa Basilica

Nel procedimento il Comune di Villa Basilica è stato rappresentato e difeso dall’Avv.to Gaetano Viciconte.

Emerge dalla sentenza impugnata che il Comune di Villa Basilica ha affidato alla s.p.a. Gesam il servizio di distribuzione del gas metano, nonché l’utilizzo della rete di distribuzione, di cui è proprietario, a fronte della corresponsione di un canone annuo e ha sottoposto a iva le operazioni, emettendo fatture con rivalsa dell’iva nei confronti della Gesam. L’Agenzia delle entrate ha recuperato l’iva che ha ritenuto indebitamente detratta, perché, a suo avviso, il Comune è privo di soggettività passiva, perché, mediante l’affidamento dell’attività in questione, svolge funzioni di pubblica utilità. Il Comune ha impugnato i conseguenti avvisi di accertamento, riguardanti gli anni d’imposta 2000, 2001 e 2002, ottenendone l’annullamento dalla Commissione tributaria provinciale di Lucca, mentre quella regionale della Toscana ha accolto l’appello dell’Agenzia, con esclusione della pretesa sanzionatoria.

Contro questa sentenza propone ricorso il Comune di Basilica per ottenerne la cassazione, che affida a due motivi, laddove il terzo consiste in un’istanza di riunione. L’Agenzia non risponde con difese scritte.

La Corte accoglie il ricorso, cassa la sentenza impugnata e, decidendo nel merito, accoglie il ricorso originariamente proposto. Compensa le spese inerenti ai gradi di merito e condanna l’Agenzia a pagare le spese del giudizio di legittimità, che liquida in euro 5600,00 per compensi, oltre euro 200,00 per esborsi e oltre il 15% a titolo di spese forfetarie, iva e cpa.

Involved fees earner: Gaetano Viciconte – Viciconte Gaetano Studio Legale;

Law Firms: Viciconte Gaetano Studio Legale;

Clients: Villa Basilica City of;

Author: Alejandro Girola