La Corte respinge il ricorso della società DOpla S.p.A. contro l’Agenzia delle entrate

Nel procedimento la società DOpla S.p.A. è stata rappresentata e difesa dagli Avv.ti Francesco Moschetti e Francesco D’Ayala Valva.

La CTR osservava in particolare che, avendo l’agenzia fiscale appellante dato atto di aver annullato in autotutela l’atto impositivo impugnato in relazione alle II.DD, affermava la fondatezza della pretesa erariale in relazione a detta imposta, derivando tale convincimento dalla confessione stragiudiziale del legale rappresentante della società contribuente circa la consapevolezza della natura fittizia del soggetto emittente. Infatti dalle fatture oggetto di contestazione, risultava essere un “evasore totale”  del tutto privo di struttura operativa ed anche irreperibile.

Avverso tale decisione ha proposto ricorso per cassazione la società contribuente deducendo sette motivi. Resiste con controricorso l’Agenzia delle entrate.

La Corte rigetta il ricorso e condanna la ricorrente al pagamento delle spese del giudizio di legittimità che liquida in euro 10.000 oltre spese prenotate a debito.

Involved fees earner: Francesco D’Ayala Valva – D’Ayala Valva; Francesco Moschetti – Moschetti Francesco e Associati;

Law Firms: D’Ayala Valva; Moschetti Francesco e Associati;

Clients: DOpla S.p.A.;

Author: Alejandro Girola