La Corte di Appello conferma l’illegittimità della modifica unilaterale di convenzioni stipulate tra il Comune di Palermo e l’AMAT


La Corte di Appello di Palermo si pronuncia in ordine all’immodificabilità unilaterale delle pattuizioni convenzionali tra il Comune ed una società dallo stesso controllata.

Con sentenza n. 1026 della Corte di Appello Civile di Palermo, sez. I, depositata in data 25 maggio è stato rigettato l’appello proposto dal Comune di Palermo per la riforma del lodo arbitrale con il quale l’amministrazione comunale era stata condannata al pagamento di circa 18 milioni di euro quale corrispettivo per l’erogazione degli abbonamenti agevolati per categorie protette.

È stata confermata l’illegittimità della modifica degli accordi tra l’amministrazione comunale e l’AMAT (Società che si occupa del Trasporto pubblico locale per il Comune) effettuata unilateralmente dal Comune di Palermo con la adozione della Deliberazione della Giunta comunale n. 262/2008.

La società AMAT è stata assitita da CDRA – Studio Legale Comandè Di Nola Restuccia con un team composto dal socio Carlo Comandè coadiuvato dall’avvocato Serena Caradonna.

Involved fees earner:

Law Firms:

Clients:

Author: Andrea Canobbio.