La Cassazione si esprime sull’eredità di Bernardi Group

Nel procedimento lo studio Ponti & Partners di Udine ha assistito con successo la società.

I giudici della Corte di Cassazione hanno riformato la precedente sentenza della Corte d’Appello di Trieste che, confermando una sentenza di primo grado del Tribunale di Udine, aveva accertato la decadenza dal beneficio di inventario degli eredi di Riccardo Di Tommaso, imprenditore titolare di Bernardi Group, catena di negozi d’abbigliamento diffusa su tutto il territorio nazionale e anche all’estero, proprietaria negli anni 2000 anche di Postalmarket, successivamente acquistata dal Gruppo Coin.

Dopo aver vinto tutte le cause che si sono avvicendate su questa successione, Ponti & Partners è riuscita a ottenere in Cassazione anche la riforma dell’unico giudizio negativo, con l’enunciazione dell’importante principio di diritto espresso dalla Suprema Corte che fa salvo il beneficio di inventario dei propri assistiti e a cui ora la Corte d’Appello di Trieste si dovrà attenere nel giudizio di rinvio.

Il precedente riveste peraltro rilevante importanza per la materia, atteso che sull’argomento la giurisprudenza era quasi del tutto assente.

Il team di Ponti & Partners era guidato dai soci Luca Ponti e Paolo Panella, affiancati dai professori avvocati Giorgio Lener e Alfredo Morrone di Roma e dagli avvocati Saverio Bartoli, di Firenze, e Annapaola Tonelli, di Bologna, questi ultimi due per i profili legati alla validità di due Trust sui quali la causa era altresì incentrata.   

Involved fees earner: Giorgio Lener – Lener Morrone & Partners; Alfredo Morrone – Lener Morrone & Partners; Paolo Panella – Ponti & Partners; Luca Ponti – Ponti & Partners; Saverio Bartoli – Saverio Bartoli; Annapaola Tonelli – VTN Avvocati Associati;

Law Firms: Lener Morrone & Partners; Ponti & Partners; Saverio Bartoli; VTN Avvocati Associati;

Clients: Bernardi Group Spa;