Italiana Petroli vince al Consiglio di Stato contro l’Autorità Portuale di Civitavecchia

CMS ha assistito Italiana Petroli S.p.a., società italiana leader nel settore dei carburanti e dei servizi alla mobilità, e la sua partecipata IP Industrial S.p.a. (già Raffineria di Roma s.p.a.) nel vittorioso giudizio dinanzi al Consiglio di Stato contro l’Autorità Portuale di Civitavecchia.

Con la sentenza il Consiglio di Stato ha deciso l’annullamento di due provvedimenti di incremento tariffario della tassa sulle merci sbarcate e imbarcate per un valore di circa 12 milioni di Euro.

Il giudizio, che avviene all’esito di un lungo contenzioso iniziato nel 2012, ha definitivamente respinto l’appello dell’Autorità Portuale ritenendo illegittimi i provvedimenti poiché gli aumenti decisi dalla stessa hanno colpito solo ed esclusivamente gli operatori “petroliferi” e in quanto non giustificati dalla necessità di realizzare gli specifici investimenti previsti in ambito portuale.

Il team di CMS, che ha seguito Italiana Petroli S.p.a. e IP Industrial S.p.a. sin dal primo grado di giudizio, è stato coordinato dall’Avv. Pietro Cavasola (Partner) e dall’Avv. Marco Iannacci (Counsel) con il supporto della Senior Associate Avv. Tiziana Masone.

Involved fees earner: Pietro Cavasola – CMS Adonnino Ascoli & Cavasola Scamoni; Marco Iannacci – CMS Adonnino Ascoli & Cavasola Scamoni; Tiziana Masone – CMS Adonnino Ascoli & Cavasola Scamoni;

Law Firms: CMS Adonnino Ascoli & Cavasola Scamoni;

Clients: Italiana Petroli S.p.A; Raffineria di Roma s.p.a.;

Author: Michael Patrini