Compagnia di Sviluppo Immobiliare vince contro il Fisco

Compagnia di Sviluppo Immobiliare vince contro il Fisco

È stata la quinta sezione della Suprema Corte, presieduta dal giudice Enrico Manzon, ad accogliere il ricorso di Compagnia di Sviluppo Immobiliare, assistita dall’avvocato Carlo Amato, contro le pretese del Fisco.

Si tratta di una questione sorta nel 2005 quando l’Agenzia delle Entrate aveva emesso un avviso di accertamento in materia di Irpeg, Iva ed Irap per l’anno d’imposta 2003 con il Fisco contestava la congruità dei prezzi di vendita di alcuni immobili in Treviso. In primo grado la Commissione Tributaria Provinciale di Treviso aveva dato ragione alla società contribuente.

Una decisione ribaltata in appello dove la Commissione Tributaria Regionale, chiamata a pronunciarsi su impugnazione dell’Agenzia Entrate, aveva anche condannato la società contribuente al pagamento delle spese.

La Cassazione ha accolto il ricorso di Compagnia di Sviluppo Immobiliare, cassato la decisione di secondo grado e rinviato per una nuova pronuncia alla Commissione tributaria regionale del Veneto. La Suprema Corte, con sentenza pubblicata il 2 dicembre, ha accertato che la decisione di secondo grado era carente nella motivazione, perché non aveva fatto riferimento anche alla relazione tecnica integrativa, depositata in risposta ad alcune note critiche della società contribuente all’elaborato peritale principale.

Compagnia Sviluppo Immobiliare s.r.l. nel 2015 ha ottenuto l’omologazione del concordato preventivo dal Tribunale di Treviso. La società era proprietaria anche degli edifici Torre Aquileia in piazza Mazzini a Jesolo Lido, del Condominio Solaris di Trieste, e di altri immobili e terreni nei comuni di Peseggia e Treviso.

Involved fees earner: Carlo Amato – Amato Carlo;

Law Firms: Amato Carlo;

Clients: Compagnia Sviluppo Immobiliare;