Accordo tra Ardian e TIM per l’investimento in Inwit


TIM è stata assistita dallo studio legale internazionale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners mentre Ardian è stata affiancata nell’operazione da BonelliErede.

TIM e Ardian, società privata di investimento, hanno raggiunto l’accordo finalizzato all’investimento da parte di un consorzio di investitori istituzionali guidato da Ardian in una holding di nuova costituzione, in cui confluirà una quota pari al 30,2% del capitale sociale di Infrastrutture Wireless Italiane (INWIT), attualmente detenuta da TIM e con la quale TIM esercita il co-controllo, insieme a Vodafone Europe, su Inwit.

TIM ha altresì raggiunto un accordo con un veicolo gestito e assistito da Canson Capital Partners che prevede l’acquisto da parte di Canson di una partecipazione diretta in INWIT fino al 3% del relativo capitale sociale, alla medesima valorizzazione dell’operazione di vendita al Consorzio.

A completamento dell’operazione, il Consorzio deterrà una partecipazione del 49% del capitale della Holding e TIM deterrà il pieno ed esclusivo controllo della Holding e, tramite quest’ultima, continuerà ad esercitare il controllo congiunto di INWIT assieme a Vodafone Europe B.V. Le operazioni si basano su una valorizzazione dell’azione INWIT pari a 9,47 euro (ex dividend) e corrisponde ad un incasso per TIM fino ad Euro 1,6 miliardi.

Il completamento dell’operazione è soggetto all’avveramento di talune condizioni sospensive entro il 30 settembre 2020, tra le quali l’autorizzazione ai sensi della disciplina Golden Power e la conferma da parte della Consob dell’insussistenza di obblighi di offerta pubblica di acquisto.

TIM è stata assistita dallo studio legale internazionale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners con un team coordinato dal Partner Francesco Gianni e composto dai Counsel Chiara Gianni e Filippo Ughi per gli aspetti M&A, dall’Of Counsel Giulia Staderini con l’associate Caterina Pistocchi per gli aspetti di Capital Markets, dal Partner Fabio Chiarenza e dall’Of Counsel Sandro Maria Galardo per gli aspetti fiscali, e dal Partner Antonio Lirosi per gli aspetti relativi al Golden Power.

Ardian è stata assistita da BonelliErede con un team coordinato dai partner Stefano Cacchi Pessani ed Elena Busson e composto dalla managing associate Federica Munno e dagli associates Francesca Peruzzi, Francesca Ricceri e Michela Sandri. Riccardo Ubaldini, partner, e Christoff Filippo Cordiali, managing associate, hanno curato gli aspetti fiscali e Massimo Merola, partner, e Leonardo Armati, senior counsel, quelli antitrust e relativi alla disciplina Golden Power.

Involved fees earner: Leonardo Armati – BonelliErede; Elena Busson – BonelliErede; Stefano Cacchi Pessani – BonelliErede; Christoff Cordiali – BonelliErede; Massimo Merola – BonelliErede; Federica Munno – BonelliErede; Francesca Peruzzi – BonelliErede; Francesca Ricceri – BonelliErede; Michela Sandri – BonelliErede; Riccardo Ubaldini – BonelliErede; Fabio Chiarenza – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Sandro Maria Galardo – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Francesco Gianni – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Chiara Gianni – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Antonio Lirosi – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Caterina Pistocchi – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Giulia Staderini – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Filippo Ughi – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners;

Law Firms: BonelliErede; Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners;

Clients: Ardian; Tim;

Author: Andrea Canobbio