Test sierologici, DiaSorin vince in Consiglio di Stato


DiaSorin è stata assistita nel procedimento dallo studio Torchia, Merani Vivani e Associati e Lrv Legal.

Lo scorso 16 luglio il Consiglio di Stato, accogliendo l’istanza cautelare proposta con il ricorso in appello del Policlinico San Matteo di Pavia e di DiaSorin S.p.a., ha sospeso la sentenza del Tribunale Amministrativo per la Lombardia che aveva annullato il contratto tra la multinazionale e lo stesso San Matteo per la validazione clinica di nuovi test, sierologico e molecolare, per il Covid-19.

Il contenzioso, nato in seguito alla questione sollevata da Technogenetics S.r.l., che aveva ritenuto tale accordo lesivo della concorrenza, è – secondo il Consiglio di Stato – una vicenda complessa, con necessità di acquisire dal MIUR, in vista della decisione di merito, maggiori elementi conoscitivi circa le prassi seguite dagli Istituti di Ricovero e Cura a carattere Scientifico in applicatione dell’art. 8, comma 5 del d.lgs. 288/2003.

DiaSorin è stata assistita da un collegio di difesa composto dalla prof. avv. Luisa Torchia e avv. Gabriele Sabato di Roma, dagli avv. Carlo Merani e Antonella Borsero di Merani Vivani e Associati e con il supporto dell’avv. Corrado Lucchetti di LRV Legal.

Involved fees earner: Corrado Lucchetti – Lucchetti Studio Legale (Torino); Antonella Borsero – Merani Vivani e Associati; Carlo Merani – Merani Vivani e Associati; Gabriele Sabato – Torchia Studio Legale; Luisa Torchia – Torchia Studio Legale;

Law Firms: Lucchetti Studio Legale (Torino); Merani Vivani e Associati; Torchia Studio Legale;

Clients: Diasorin spa;

Author: Michael Patrini