TAR Puglia annulla il regolamento regionale n.4 che indicava i requisiti organizzativi per le RSA


La Jv Fft – Fatigato Follieri Teta ha ottenuto al Tar Puglia, Bari, l’annullamento delle norme del regolamento regionale della Puglia n. 4 del 2019.

I giudici hanno annullato gli articoli 5.3 e 6.2 del regolamento regionale n. 4 del 21 gennaio 2019 nella parte in cui impongono l’assunzione del personale alle dirette dipendenze del titolare della struttura; nonché l’articolo 12 nella parte in cui non prevede un termine di adeguamento anche per le RSAA di cui all’articolo 66 del regolamento regionale n. 4 del 2007.

Tali norme imponevano alle Rsa di assumere con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato tutto il personale non medico operante nella struttura. In questo modo veniva impedita l’esternalizzazione di tali tipologie di servizio alle Cooperative Sociali.

Il ricorso è stato proposto dall’Associazione “Welfare a Levante” Ente Terzo Settore, Sater s.r.l., Fondazione “Il Vivere Insieme” Onlus, Cafin s.r.l., Verde Età società cooperativa sociale, Villa Maria Martina s.r.l., Consorzio S. Antonio, Pa.E.Ca. s.r.l..

Per lo studio ha operato un team guidato da Francesco Follieri, socio di Enrico Follieri & Associati, e da Michele Fatigato, socio di Fatigato Giuslavoristi.

Involved fees earner: Michele Fatigato – Fatigato Studio Legale; Francesco Follieri – FFT Fatigato Follieri Teta;

Law Firms: Fatigato Studio Legale; FFT Fatigato Follieri Teta;

Clients: Associazione “Welfare a Levante” Ente Terzo Settore; Cafin s.r.l.; Consorzio S. Antonio; Fondazione “Il Vivere Insieme” Onlus; Pa.E.Ca. s.r.l.; Sater s.r.l.; Verde Età società cooperativa sociale; Villa Maria Martina s.r.l.;