Salvatore Matarrese Spa ottiene l’omologa del concordato preventivo dal Tribunale di Bari


L’impresa barese Salvatore Matarrese S.p.A., attiva nel settore dell’edilizia pubblica e privata, gravata agli inizi del 2014 da oltre 242 milioni di debiti, ha ottenuto dal Tribunale di Bari l’omologa del concordato preventivo.

Il piano di salvataggio dell’impresa, presentato prima della recente riforma del 2015, ha ricevuto un ampio consenso del ceto creditorio (93,74%) ed è stato impostato su uno spin-off del ramo di azienda produttivo, con la previsione, attraverso una liquidazione degli asset non strategici e il recupero della consistente massa dei crediti, di soddisfazione integrale dei creditori privilegiati e il pagamento al 50% dei creditori chirografari nel corso dei prossimi cinque anni.

Il Tribunale di Bari ha confermato, per la fase post omologa, quale Giudice Delegato il dott. Sergio Cassano e Commissari Giudiziali l’Avv. Fabio Di Cagno e il dott. Nicola Notarnicola, nominando Liquidatori Giudiziali l’Avv. Pasqualino Catena e il dott. Domenico Cocola.

La Salvatore Matarrese S.p.A è stata assistita dallo studio LS Lexjus Sinacta-Bari con un team composto dai partners Domenico Liantonio e Silvia Maggio, e dal Prof. Avv. Valerio Di Gravio e dall’Avv. Filippo De Luca, nonché dall’advisor finanziario dott. Ignazio Pellecchia.

Involved fees earner:

Law Firms:

Clients:

Author: Andrea Canobbio.