Principia SGR finanzia con 10 milioni la newco CheckMab e il brevetto per cure antitumorali


La newco CheckMab, fondata dallo spin-off universitario della Statale di Milano (UNIMI) ed in particolare dai ricercatori Sergio Abrignani e Massimiliano Pagani, ha brevettato un sistema per migliorare le cure antitumorali producendo medicinali più selettivi ed efficaci contro il cancro.

CheckMab, istituita per sviluppare tale brevetto, riceverà un importante finanziamento, pari a 10 milioni di euro, da Principia SGR, uno degli operatori di venture capital leader in Italia, che ha deciso di partecipare, attraverso il Fondo Principia Health, allo spin-off che coinvolge anche l’Istituto Nazionale di Genetica Molecolare (INGM).

Principia SGR è stata assistita da McDermott Will and Emery con un team composto dal partner Ettore Scandale e dal senior associate Gianmarco Scialpi.

Lo studio legale Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners, con il team Gop4Venture guidato dal partner Renato Giallombardo, coadiuvato dal counsel Luca Spagna e da Lorenzo Timotini, ha assistito i ricercatori e l’Istituto Nazionale di Genetica Molecolare.

L’Università Statale di Milano è stata assistita da Sara Valaguzza, docente di Diritto Pubblico dell’Economia e Public Private Partnership, e da Eduardo Parisi, PhD.

Involved fees earner: Ettore Scandale – McDermott Will & Emery; Gianmarco Scialpi – McDermott Will & Emery; Renato Giallombardo – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Luca Spagna – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Lorenzo Timotini – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners;

Law Firms: McDermott Will & Emery; Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners;

Clients: Principia SGR; Istituto Nazionale di Genetica Molecolare (INGM); Sergio Abrignani; Massimiliano Pagani;