Omologato il concordato di Italiana Stampaggi

É stato il Tribunale di Treviso lo scorso 28 febbraio ad omologare la procedura di concordato preventivo della società Italiana Stampaggi, nominando liquidatore giudiziale il commercialista Massimo Zara di Zara&Partnes. Il piano è stato predisposto dallo studio trevigiano SLC con gli avvocati Stefano Campoccia e Enrico Piazza, mentre la parte economico – finanziaria è stata curata da Renovo con il partner Cristiano Canzian. L’attestatore è il commercialista Andrea Boschi.

Il piano di concordato di Italiana Stampaggi prevede la continuità indiretta, con la cessione del ramo d’azienda produttivo alla Perali S.r.l., assistita dal commercialista Antonio Lot partner dello studio trevigiano Lot & Manzan, oltre all’acquisizione di nuova finanza da parte di terzi. È previsto il rimborso dei creditori privilegiati fino alla concorrenza del valore di realizzo dei beni a garanzia, il rimborso parziale dei crediti erariali e il pagamento dei creditori chirografari organizzati in 5 classi, oltre al pagamento integrale delle spese in prededuzione.

L’attivo concordatario di Italiana Stampaggi, attiva nel settore della carpenteria metallica attraverso la produzione di chiodi ad utilizzo industriale, è stimato in circa 700 mila euro, a fronte di un passivo complessivo in circa 2,5 milioni.

Involved fees earner: Andrea Boschi – Boschi&Danzo; Stefano Campoccia – Campoccia SLC&Associati; Enrico Piazza – Campoccia SLC&Associati; Antonio Lot – Lot Manzan e Associati; Cristiano Canzian – Renovo srl; Massimo Zara – Zara&Partners;

Law Firms: Boschi&Danzo; Campoccia SLC&Associati; Lot Manzan e Associati; Renovo srl; Zara&Partners;

Clients: Italiana Stampaggi; Perali;

Author: Massimo Casagrande