Metro 5 Spa conclude il processo di rinegoziazione del debito

BonelliErede, DLA Piper, Chiomenti, Bucchi & Micalella e Carbone D’angelo, Chiomenti e P&I Guccione e Associati sono gli studi legali coinvolti nel processo di rinegoziazione concluso tra Metro 5 Spa e le parti finanziarie.

Metro 5 ha concluso, con un margine inferiore di oltre il 40% rispetto a quello applicabile in precedenza, il processo di rinegoziazione delle condizioni applicate ai quasi 500 milioni di euro di debito finanziario (scadenza 2035). Operazione avvenuta a quattro anni dal closing dell’aprile 2015.

I vantaggi derivanti dalla rinegoziazione sono stati condivisi e ripartiti tra Metro 5 e il Comune di Milano. Quest’ultimo si è visto ridotto il Canone di Disponibilità per oltre 1 milione di euro all’anno e circa 40 milioni di euro fino al termine della concessione nel 2041.

Il miglioramento delle condizioni del finanziamento è avvenuto grazie al continuo dialogo con tutte le parti finanziarie, al completamento delle opere di realizzazione dell’infrastruttura, a una compagine di azionisti di primario standing internazionale e alla solidità delle performance finanziarie e operative.

Il processo di rinegoziazione del debito è iniziato nella prima metà del 2018, dopo l’ingresso di Ferrovie dello Stato Italiane nell’azionariato di Metro 5 con il 36,7% (giugno 2017) ed è stato portato a termine grazie al forte e rinnovato interesse dei finanziatori al progetto e nonostante le tensioni sul rendimento dei titoli di Stato italiani, registrate all’inizio del percorso di rinegoziazione.

Il debito era in capo per quasi il 70% a nove primarie banche nazionali e internazionali (BNP Paribas, IMI, Monte dei Paschi di Siena, Société Générale e Unicredit che hanno agito in qualità di Working MLA oltre a BBVA, Credit Agricole, Natixis e UBI), a Cassa Depositi e Prestiti e, per la parte restante, a investitori istituzionali sottoscrittori di titoli obbligazionari.

Il sostegno e l’interesse delle parti finanziarie per il progetto ha permesso di conseguire un beneficio finanziario condiviso con il concedente, Comune di Milano che per la prima volta in Italia ha consentito di applicare il principio di benefit sharing ad un contratto di partenariato pubblico privato (PPP), con conseguente riduzione del Canone di Disponibilità.

La ripartizione dei benefici derivanti dal minor carico di oneri finanziari consentirà al Comune di Milano di attenuare gli impegni assunti a titolo di canone di disponibilità nel corso della vita della concessione, con conseguente miglioramento dei riflessi contabili e delle procedure gestionali dell’Ente.

BonelliErede ha assistito le parti finanziarie, gestendo tutte le fasi dell’operazione – dalla strutturazione alla negoziazione della documentazione finanziaria e di progetto e gli aspetti relativi ai contratti di hedging – con un team guidato dal partner Catia Tomasetti e composto dal managing associate Francesco Lucernari, dall’associate Michele Florio e da Giovanni Guglielmo.

DLA Piper ha assistito la società concessionaria Metro 5 Società per Azioni con il partner Ugo Domenico Calò, il lead lawyer Riccardo Pagotto e gli avvocati Federico Russo e Greta Pede per gli aspetti di strutturazione dell’operazione e negoziazione dei relativi contratti finanziari e il partner Vincenzo La Malfa per gli aspetti relativi ai derivati.

Bucchi & Micalella con i soci Filippo Bucchi e Dante Micalella e lo Studio Carbone D’Angelo con il socio Giacomo Viotti hanno assistito Metro 5 Società per Azioni nella procedura di riequilibrio della concessione di costruzione e gestione della linea 5 della metropolitana di Milano e nella conseguente stipulazione di un atto integrativo con il gestore ATM S.p.A.

Il Comune di Milano è stato assistito da Chiomenti, con un team guidato dal Partner Marco Cerritelli insieme agli associate Valentina Perrone e Giulia Alessio. KPMG Avisory S.p.A., ha agito in qualità di financial advisor del concedente con un team guidato dal partner Marco Serifio e composto da Jacopo Signorile e Daniele Trusiani. P&I Guccione e Associati ha seguito alcuni specifici profili di diritto amministrativo con i soci Claudio Guccione e Maria Ferrante.

Involved fees earner: Michele Florio – BonelliErede; Giovanni Guglielmo – BonelliErede; Francesco Lucernari – BonelliErede; Catia Tomasetti – BonelliErede; Filippo Bucchi – Bucchi & Micalella; Dante Micalella – Bucchi & Micalella; Giacomo Viotti – Carbone D’Angelo Studio Legale; Giulia Alessio – Chiomenti; Marco Cerritelli – Chiomenti; Valentina Perrone – Chiomenti; Ugo Calò – DLA Piper; Vincenzo La Malfa – DLA Piper; Riccardo Pagotto – DLA Piper; Greta Pede – DLA Piper; Federico Russo – DLA Piper; Maria Ferrante – P&I – Studio Legale Guccione e Associati; Claudio Guccione – P&I – Studio Legale Guccione e Associati;

Law Firms: BonelliErede; Bucchi & Micalella; Carbone D’Angelo Studio Legale; Chiomenti; DLA Piper; P&I – Studio Legale Guccione e Associati;

Clients: Banca IMI; Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (Bbva); BNP Paribas; Cassa Depositi e Prestiti (CDP); Comune di Milano; Crédit Agricole Corporate and Investment Bank; Metro 5 Milano; Mps Capital Services Banca per le Imprese; Natixis; Société Générale; Ubi Banca Gruppo; Unicredit S.p.A.;