Mandarin Capital acquisisce la maggioranza di Nuova Fapam, Hair Care Specialist


Nell’operazione Mandarin è stata assistita dagli studi Cappelli RCCD e Gianni Origoni Grippo & Partners, dagli advisor finanziari EY e PwC, mentre Kpmg ha condotto la commercial due diligence sul mercato cinese. La famiglia Parnazzini è stata supportata da LVC Asia Pacic, Carnelutti e KPMG. Orrick ha assistito la banca finanziatrice.

Con un’operazione di investimento e compravendita di partecipazioni, il fondo di private equity Mandarin Capital Partners III ha perfezionato l’acquisizione del 74% del capitale di Nuova Fapam, società pescarese attiva nel settore professional hair care e riconosciuta a livello nazionale ed internazionale con i brand Screen, Legerity, Nubea e Tagliati X il Successo.

Nell’ambito dell’operazione, i venditori Alessandro Parnazzini e Domenico Parnazzini hanno mantenuto una partecipazione di minoranza ed i precedenti ruoli manageriali, mentre la fondatrice Maria Diodato Parnazzini ha mantenuto il ruolo di Presidente.

Lo studio legale Cappelli RCCD ha assistito Mandarin Capital Partners III per i profili legali e M&A con un team guidato dal name partner Roberto Cappelli e composto dalla senior associate Lucia Occhiuto e dagli associate Alberto Elmi e Valerio Ribechi.

Il fondo, per gli aspetti legali relativi all’organizzazione e strutturazione del finanziamento bancario, è stato assistito dallo studio legale Gianni Origoni Grippo, con il partner Matteo Bragantini e l’associate Andrea Zorzi.

La banca finanziatrice dell’operazione, MPS Capital Services, è stata assistita dallo studio Orrick, con un team composto dalla partner Marina Balzano, dal managing associate Giulio Asquini e dal trainee Leopoldo Esposito, per i profili legali del finanziamento, nonché dall’of counsel Giovanni Leoni e dall’associate Camillo Melotti Caccia, per i profili tax.

PwC ha assistito il fondo per i profili di debt advisory con un team guidato da Andrea di Cello e Davide Scroccaro sotto la responsabilità di Alessandro Azzolini, che ha svolto altresì la due diligence commerciale, curata da Fabrizio Franco de Belvis.

I venditori sono stati assistiti da Carnelutti Law Firm, con un team guidato dal partner Carlo Emanuele Rossi, nonché da Gianluigi Lucchini, managing partner di LVC Asia Pacific, in qualità di advisor finanziario.

Il notaio Giovannella Condò di Milano Notai ha curato i profili notarili dell’operazione.

Involved fees earner: Carlo Emanuele Rossi – Carnelutti Studio Legale Associato; Matteo Bragantini – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Andrea Zorzi – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Giulio Asquini – Orrick; Marina Balzano – Orrick; Leopoldo Esposito – Orrick; Giovanni Leoni – Orrick; Camillo Melotti Caccia – Orrick; Andrea Di Cello – PwC TLS; Fabrizio Franco de Belvis – PwC TLS; Roberto Cappelli – RCCD; Alberto Elmi – RCCD; Lucia Occhiuto – RCCD; Valerio Ribechi – RCCD;

Law Firms: Carnelutti Studio Legale Associato; Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Orrick; PwC TLS; RCCD;

Clients: Mandarin Capital Partners; Mps Capital Services Banca; Parnazzini Alessandro; Parnazzini Domenico; Parnazzini Maria Diodato;

Author: Andrea Canobbio