La Cassazione si pronuncia su una vendita immobiliare tra eredi

SLATA Studio Legale ha ottenuto dalla Corte di Cassazione una pronuncia favorevole in materia di annullamento di vendita immobiliare.

Con la sentenza n. 19807 del 22.09.2020, SLATA Studio Legale ha ottenuto dalla II Sezione della Suprema Corte la cassazione di una sentenza della Corte d’Appello di Roma, che aveva annullato una vendita immobiliare, per affermata invalidità della procura a vendere con sé stesso, ai sensi dell’art. 1395, c.c., con conseguente riconduzione dell’immobile nell’asse ereditario dell’alienante.

Tale sentenza era stata impugnata da SLATA per conto dei sig.ri Fazio, con un ricorso affidato a 6 motivi, tra cui quello concernente la violazione del contraddittorio, per non avere le controparti esercitato l’azione verso tutti i germani coinvolti.

Proprio tale motivo è stato accolto dalla Cassazione – che ha dichiarato assorbiti gli altri – in base al principio per cui “l’azione di annullamento del contratto … sebbene possa compiersi da parte di uno solo dei coeredi, anche in contrasto con gli altri, implica comunque il litisconsorzio necessario di tutti”.

SLATA Studio Legale ha assistito i sigg.ri Fazio nel procedimento con il Partner Avv. Alessio Tuccini.

La parte soccombente è stata assistita dall’avvocato Isabella Negro.

Involved fees earner: Isabella Negro – Negro Isabella; Alessio Tuccini – SLATA Studio Legale;

Law Firms: Negro Isabella; SLATA Studio Legale;

Clients: Fazio Antonio; Fazio Maria Teresa; Fazio Pietro;

Author: Andrea Canobbio