Il fondo Idea Taste of Italy rileva il 70% di Abaco Spa

Gli studi Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners, Hi.lex – Avvocati Associati, CBA e Pavia e Ansaldo hanno assistito le parti nell’operazione.

Taste of Italy, fondo italiano specializzato nel settore agroalimentare gestito da DeA Capital Alternative Funds SGR, ha acquisito una partecipazione del 70% in Abaco S.p.A. A vendere sono stati il fondatore Alberto Iori e altri manager, che manterranno una quota del 30% del capitale.

Iori proseguirà la propria attività in azienda nel ruolo di presidente con deleghe esecutive in ambito di sviluppo strategico e innovazione di prodotto. Taste of Italy intende supportare Abaco nella sua strategia di crescita nel mercato dell’agricoltura di precisione, oltre che nel suo piano di acquisizioni in Italia ed Europa.

Abaco, fondata nel 1990 a Mantova, è leader a livello europeo nella fornitura di soluzioni software per la gestione ed il controllo delle risorse territoriali. I suoi software sono basati su una tecnologia proprietaria e sono utilizzati nell’agricoltura di precisione, nel monitoraggio delle filiere agricole, nella gestione della Politica Agricola Comunitaria (Pac), degli asset aziendali e del patrimonio immobiliare. La società impiega oltre 50 dipendenti basati in Italia e Gran Bretagna. Nel 2018 ha chiuso con un fatturato di circa 9 milioni di euro (il 60% dei quali conseguito all’estero) e un ebitda di 3 milioni.

Taste of Italy è stato assistito nell’operazione dallo studio  Gianni Origoni Grippo Capelli & Partners (consulenza legale), da Bain (business due diligence), da New Deal Advisors  (financial due diligence) e da CBA Studio Associato (structuring e tax due diligence).

Taste of Italy è stato assistito da GOP con un team guidato dal partner Gianluca Ghersini, coadiuvato dagli associate Eleonora Canonici e Christian Diplotti. Per gli aspetti di structuring, tax e due diligence, il fondo è stato assistito dal partner Giuseppe Galeano dello studio CBA.

Pavia e Ansaldo ha assistito Dea Capital Alternative Fund s.g.r. negli aspetti antitrust legati all’ingresso del fondo Idea Taste of Italy, con un team coordinato dal socio Filippo Fioretti e dall’associate Maria Rosaria Raspanti.

I soci venditori (tra cui Alberto Iori, fondatore di ABACO S.p.A.), sono stati assistiti da Hi.lex – Avvocati Associati con un team guidato dal partner Marco Carbonara e coadiuvato dal senior associate Teresa Grisotti.

Involved fees earner: Giuseppe Galeano – CBA; Eleonora Canonici – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Christian Diplotti – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Gianluca Ghersini – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Marco Carbonara – Hi.Lex; Teresa Grisotti – Hi.Lex; Filippo Fioretti – Pavia Ansaldo; Maria Rosaria Raspanti – Pavia Ansaldo;

Law Firms: CBA; Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Hi.Lex; Pavia Ansaldo;

Clients: DeA Capital Alternative Funds S.G.R. S.p.A.; Iori Alberto;