I vini siciliani Nero d’Avola e del Grillo ricorrono al Consiglio di Stato


Gli studi Merani Vivani e Associati e LJLex affiancano l’Associazione Vitivinicoltori IGT Terre Siciliane ed il Consorzio Tutela Vini DOC Sicilia nel procedimento.

Dopo la sentenza del TAR Lazio del 6 novembre 2019 che ha annullato, su domanda di Duca di Salaparuta S.p.A., imbottigliatore siciliano del Gruppo ILVA di Saronno, le modifiche ai disciplinari delle due principali denominazioni siciliane, l’Associazione Vitivinicoltori IGT Terre Siciliane ed il Consorzio Tutela Vini DOC Sicilia hanno presentato appello al Consiglio di Stato.

Scopo della modifica, voluta da tutta la filiera vitivinicola siciliana, è quello di riservare l’indicazione dei due vitigni Nero d’Avola e Grillo alla DOC Sicilia, valorizzando così un patrimonio significativo della viticoltura locale.

L’Associazione Vitivinicoltori IGT Terre Siciliane è affiancata nel procedimento dallo studio Merani Vivani e Associati con un team guidato dal partner Carlo Merani e da Raffaella di Tolve.

LJLex fornisce assitenza all’associazione con gli avv.ti Duilio e Alberto Cortassa.

Involved fees earner: Duilio Cortassa – LJLex Studio Legale; Alberto Cortassa – LJLex Studio Legale; Raffaella di Tolve – Merani Vivani e Associati; Carlo Merani – Merani Vivani e Associati;

Law Firms: LJLex Studio Legale; Merani Vivani e Associati;

Clients: Associazione Vitivinicoltori della IGT Terre Siciliane;