GLS Italy al Consiglio di Stato contro l’AGCOM in materia di servizi postali


Lo studio legale Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners ha assistito con successo General Logistics System Italy S.p.A. (GLS Italy) nell’appello proposto al Consiglio di Stato contro l’AGCOM in materia di servizi postali.

Il Consiglio di Stato, con una sentenza di particolare rilievo in materia sanzionatoria (n. 3111/2019), ha riconosciuto che, in linea con i principi di legalità, tassatività e determinatezza delle sanzioni amministrative, l’art. 21, c. 7, del D.Lgs. n. 261/99 non prevede alcuna forma di responsabilità in capo a soggetti diversi da quelli che abbiano omesso di dotarsi del titolo abilitativo per l’esercizio dei servizi postali, né tantomeno la normativa in materia di franchising impone alcun obbligo per il franchisor di verifica sul possesso da parte dei franchisee delle autorizzazioni necessarie allo svolgimento delle attività economiche, con conseguente insussistenza del correlativo obbligo di garanzia.

Per lo studio Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners ha fornito assistenza un team composto dai soci Rosario Zaccà, Antonio Lirosi e Marco Martinelli e dalla senior associate Chiara Bassolino.

Involved fees earner: Antonio Lirosi – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Marco Martinelli – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners; Rosario Zaccà – Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners;

Law Firms: Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners;

Clients: General Logistics Systems;