Facolog SA vince al Tribunale di Como contro Lattonedil

La società belga Facolog, responsabile della logistica del gruppo Facozinc, leader nella distribuzione di materiali per l’edilizia, ha vinto un contenzioso cross-border relativo alla fornitura di pannelli per la copertura di un capannone industriale di una multinazionale farmaceutica belga. Facolog SA è stata difesa dallo studio legale Corlex con l’avvocato partner Pierluigi Cornacchia coadiuvato dalla trainee Jennyfer Mariano.

Lattonedil spa è stata assistita dall’avvocato Rosa Alba Nunziata dell’omonimo studio legale monzese.

Si tratta di una vicenda nata nel 2014, quando la belga Facolog SA aveva acquistato dalla comense Lattonedil spa una ingente fornitura di pannelli isolanti con consegne dilazionate, che ben presto si è dimostrata viziata. Facolog SA era corsa ai ripari sospendendo i pagamenti e rifiutandosi di ritirare il resto della merce. Di conseguenza Lattonedil si era attivata per ricevere i pagamenti attraverso un decreto ingiuntivo europeo, contro il quale Facolog SA aveva proposto opposizione rilevando la difettosità della merce.

I giudici comensi hanno accolto le tesi della difesa di Facolog sull’applicazione della Convenzione di Vienna alla compravendita della merce: l’ingiunzione europea è stata revocata e l’azienda ha ottenuto il riconoscimento del mancato guadagno derivante dall’inadempimento contrattuale per i vizi della fornitura della merce.

Involved fees earner: Pierluigi Cornacchia – Corlex; Rosa Alba Nunziata – Nunziata ;

Law Firms: Corlex; Nunziata ;

Clients: Facolog SA; Lattonedil ;