EXOR riapre il prestito obbligazionario del 2019 e lo incrementa di 200 milioni


Nell’operazione Allen & Overy ha affiancato Goldman Sachs International in qualità di sole lead manager, e Pedersoli Studio Legale ha assistito la società, EXOR N.V.

EXOR N.V. ha annunciato la riapertura del prestito obbligazionario da 300 milioni di Euro del 14 ottobre 2019 (scadenza 14 ottobre 2034) con aumento dell’importo di 200 milioni di Euro.

I nuovi titoli, come quelli emessi il 14 ottobre 2019, pagheranno una cedola fissa annua dell’1.75% e sono destinati alla quotazione presso il mercato Euro MTF Market della Borsa del Lussemburgo.

Il team di Allen & Overy che ha assistito Goldman Sachs International è guidato da Cristiano Tommasi e Craig Byrne del dipartimento International Capital Markets, coadiuvati dalla senior associate Sarah Capella e dalla associate Carolina Gori. Gli aspetti di diritto olandese sono stati curati dal partner Jonathan Heeringa e da Victoria Schepers della sede di Amsterdam.

Pedersoli Studio Legale ha assistito EXOR N.V. con un team guidato dall’equity partner Carlo Re, coadiuvato dal junior partner Stefano Milanesi e dall’associate Alessia Castelli.

Involved fees earner: Craig Byrne – Allen & Overy; Sarah Capella – Allen & Overy; Carolina Gori – Allen & Overy; Jonathan Heeringa – Allen & Overy; Victoria Schepers – Allen & Overy; Cristiano Tommasi – Allen & Overy; Alessia Castelli – Pedersoli Studio Legale; Stefano Milanesi – Pedersoli Studio Legale; Carlo Re – Pedersoli Studio Legale;

Law Firms: Allen & Overy; Pedersoli Studio Legale;

Clients: Exor; Goldman Sachs International;

Author: Michael Patrini