Commercialisti e avvocati del Veneto a confronto sul passaggio generazionale e sull’organizzazione dei loro studi in un’iniziativa annuale finanziata dalla regione Veneto

Commercialisti e avvocati del Veneto a confronto sul passaggio generazionale e sull’organizzazione dei loro studi in un’iniziativa annuale finanziata dalla regione Veneto

Come impostare la consulenza aziendale, fiscale e legale negli studi per assistere in modo efficace le nostre imprese in questo delicato momento in cui sta versando l’economia a livello mondiale? Come strutturare i nostri studi in modo da cambiare un business model che appare superato e non più ripetibile? Come valorizzare i giovani professionisti all’interno dei nostri studi, in modo da far esprimere al massimo il loro potenziale a favore delle strutture professionali? Come costruire piani di carriera incentivanti, focalizzati anche su benefits non economici? Come trasformare l’avviamento soggettivo dei singoli professionisti (a durata limitata) in avviamento oggettivo della struttura (a durata ben più consistente)? Come favorire l’ingresso dei giovani nella compagine degli studi?

Queste e altre ancora saranno le tematiche oggetto dell’iniziativa regionale denominata «Generazioni Professionali a confronto. Aspetti valutativi, organizzativi, contrattuali, strategici» organizzata da Proservizi, Confprofessioni Veneto, l’Unione Giovani Commercialisti di Vicenza e di Venezia in collaborazione con l’Università di Verona, Polo Scientifico Didattico di Vicenza e l’appoggio di Aiga Vicenza e Venezia. «Per la prima volta viene presentato un progetto di durata annuale focalizzato a rivedere il nostro modo di fare professione interamente finanziato dalla Regione Veneto – spiega Andrea Cecchetto, commercialista vicentino coordinatore dell’iniziativa regionale con il collega veneziano Cesare Maria Crety – in cui abbiamo previsto attività e approcci originali. Vari convegni su Vicenza, Venezia e Verona con temi e relatori attentamente selezionati. Sondaggi. Presentazione di libri sulle tematiche affrontate. Coinvolgimento di Confindustria Veneto e Apindustria. Raccolta degli errori organizzativi degli studi quali case study da presentare in occasione di una tavola rotonda aperta a tutti i commercialisti ed avvocati del Veneto. Confronto con colleghi dislocati fuori dalla nostra regione. Articoli su quotidiani e riviste a livello locale, regionale e nazionale».

Nel corso dell’anno si riuniranno inoltre 14 studi primari del Veneto – 8 studi di commercialisti e 6 studi legali affiancati da 2 professori/avvocati dell’Università di Verona – che si confronteranno fra loro da febbraio a settembre per poi relazionare la loro esperienza davanti a tutti i colleghi nel corso di una tavola rotonda che si terrà a Verona, presso la facoltà di giurisprudenza. L’attività regionale dei gruppi sarà coordinata dal commercialista vicentino Cecchetto, che per gli avvocati si avvarrà dell’assistenza dell’avv. Lambertini di Verona e dei professori Caprara e Riolfo dell’Università di Verona.  Gli studi di commercialisti che vi prenderanno parte saranno inizialmente Adacta, Enumera e Prassi (Vicenza), Consimp e Studio Piana (Treviso), Slt Strategy Legal Tax (Verona), Adm Associati (Padova) e Studio Brunello (Venezia) – cui si aggiungerà lo Studio Pirola-Pennuto-Zei & Associati, sede di Verona, per una relazione a settembre. Per gli avvocati, invece, avremo inizialmente Studio Lambertini & Associati (Verona), Studio Legale Ticozzi-Sicchiero-Vianello-Dalla Valle (Venezia), Studio Legale Vis (Vicenza), Studio BM&A (Treviso), Wise (Padova) e Studio Prade (Belluno).

Il lavoro dei gruppi di lavoro regionali, ufficialmente partito l’11 febbraio con la prima riunione del gruppo di commercialisti, avrà l’obiettivo di trasmettere a tutti gli studi l’esperienza organizzativa di questi studi strutturati che hanno dovuto nel corso degli anni affrontare queste tematiche nel loro percorso di crescita. Dare una scossa agli studi assopiti, troppo focalizzati sugli adempimenti di routine. Incentivare la crescita e l’organizzazione degli studi professionali con un impegno sistematico e strutturato, ripensando il modo di fare consulenza, mettendo al centro i giovani. Questo il messaggio che questa iniziativa vuole portare avanti. «Per tornare a fare vera consulenza e agevolare il passaggio generazionale anche negli studi e non solo nelle imprese» concludono i commercialisti vicentini Monica Marana e Luca Antonio Rasia, che affiancheranno Cecchetto e Crety a livello organizzativo.

I primi due convegni si terranno a Venezia il 6 marzo – convegno incentrato sulla consulenza aziendale e legale alle imprese con tavola rotonda con gli imprenditori (relatori il dott. Andrea Arrigo Panato di Milano e l’avv. Lamberto Lambertini) – e a Vicenza il 27 marzo (relatori i dott.ri Marco Billone (Firenze), Andrea Cecchetto (Vicenza) e Corrado Mandirola (Mpo di Milano) – il tema sarà la valutazione degli studi con la duplice ottica di acquisto/vendita e di ingresso dei giovani nella compagine degli studi.

Altre informazioni sulla pagina internet di Proservizi: https://proservizi.it/generazioni-professionali-a-confronto-aspetti-valutativi-organizzativi-contrattuali-strategici/.