Comelz acquisisce le macchine spaccapelli di Camoga


Gli studi legali Gatti Pavesi Bianchi e SZA hanno agito nell’operazione che ha portato Comelz Spa a rilevare dalla famiglia Mascetti il 100% del capitale di Camoga Spa, produttore di macchine spaccapelli per marchi della pelletteria, calzatura, moda, automotive e articoli di lusso.

Fondato nel 1948, Camoga – che ha chiuso il 2017 con un fatturato di 12 milioni di euro, +15% – è uno dei marchi storici dell’industria meccano-calzaturiera, con al proprio attivo circa 60 addetti, dislocati negli impianti italiani e cinesi, La maggioranza dei ricavi proviene dalle vendite all’estero, anche grazie a un network internazionale di distributori.

Comelz, controllata all’80% da NB Renaissance Partners, è un’azienda specializzata nella produzione di macchine da taglio per l’industria calzaturiera, della pelletteria e automotive.

Investendo su Camoga, Comelz punta ad ampliare la propria gamma di proposte e a diventare il partner tecnologico di riferimento per la clientela, con vantaggi derivanti dall’accesso alla rete commerciale del player vigevanese, che tra l’altro può contare su uno stabilimento in Cina, testa di ponte per il resto dell’Asia.

Gatti Pavesi Bianchi ha assistito Comelz in qualità di advisor legale con un team composto dal partner Andrea Giardino e dal junior partner Giuseppe Toia, mentre PwC ha operato come advisor contabile e fiscale.

Camoga è stata assistita da SZA Studio Legale con un team composto da Ludovico Viganotti e Giacomo Mazzoleni, mentre Giulio Palma dello Studio Palma e Paolo Azzalin di Grant Thornton FDD hanno operato come advisor finanziari, contabili e fiscali.

Involved fees earner: Giulio Palma – Palma Studio; Ludovico Viganotti – SZA Schilling Zutt & Anschütz; Giacomo Mazzoleni – SZA Schilling Zutt & Anschütz; Andrea Giardino – Gatti Pavesi Bianchi; Giuseppe Toia – Gatti Pavesi Bianchi;

Law Firms: Palma Studio; SZA Schilling Zutt & Anschütz; Gatti Pavesi Bianchi;

Clients: Comelz; Camoga S.p.A.;