Borsalino ha ottenuto l’ammissione al concordato preventivo


Lo storico cappellificio alessandrino Borsalino Giuseppe & Fratello Spa ha ottenuto dal Tribunale di Alessandria un provvedimento di ammissione e di apertura della procedura di concordato preventivo, con fissazione dell’adunanza dei creditori in data 7 giugno 2016.

La procedura rappresenta un unico nel panorama concorsuale: dopo una prima fase di gestione diretta la stessa è proseguita e proseguirà con Haeres Equita s.r.l., affittuaria del ramo d’azienda e assuntore delle obbligazioni concordatarie.

La manovra, definita con l’appoggio delle parti sociali, consentirà la conservazione di oltre 100 posti di lavoro e permetterà il ripagamento dei creditori in una conveniente percentuale, grazie ad un fondamentale accordo concluso, durante la fase di concordato in bianco, con l’Agenzia delle Entrate a definizione di un complesso e rilevante contenzioso tributario.

Lo Studio legale internazionale Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners ha assistito Borsalino Giuseppe & Fratello s.p.a. nella definizione e presentazione della procedura di concordato preventivo con un team coordinato dal responsabile del dipartimento restructuring Gabriella Covino, dal partner Luca Jeantet, coadiuvato dal senior associate Emanuele Albesano e dalle associate Paola Vallino e Valentina Ferraro, in relazione ai profili concorsuali, del partner Cristina Capitanio in relazione ai profili di diritto del lavoro, e dal partner Fabio Chiarenza, coadiuvato dal senior associate Luciano Bonito Oliva in relazione ai profili fiscali ed al contenzioso tributario.

Haeres Equita s.r.l. è stata assistita da Norton Rose Fulbright con i partner Alessandro Monza e Gennaro Mazzuoccolo, coadiuvati dalla senior associate Giovanna Vercesi.

Involved fees earner:

Law Firms:

Clients: