Approvato il piano di concordato preventivo di ATAC

I creditori di ATAC S.p.A. hanno approvato il piano di concordato preventivo in continuità della società, la più grande azienda di trasporto pubblico locale in Italia (11.000 dipendenti), per la ristrutturazione di un debito di oltre 1,4 miliardi di Euro. Si tratta del maggior ammontare di voti a favore in una procedura di concordato, da quando l’astensione non equivale a consenso.

L’approvazione dei creditori – con una maggioranza intorno al 70% – fa seguito alla conferma dell’ammissibilità del piano di concordato da parte del Tribunale nel luglio 2018 e al vaglio dei Commissari Giudiziali sulla attuabilità del piano e la convenienza per i creditori rispetto alle alternative praticabili.

ATAC è assistita nella procedura di restructuring dal professor Carlo Giampaolino, socio dello studio legale Clifford Chance e ordinario dell’Università Tor Vergata di Roma, in qualità di difensore e advisor legale, che ha presentato il ricorso e assistito la società nelle fasi successive davanti al Tribunale di Roma, coadiuvato dall’associate Alessandro Sciarra.

Involved fees earner: Carlo Felice Giampaolino – Clifford Chance; Alessandro Sciarra – Clifford Chance;

Law Firms: Clifford Chance;

Clients: Atac;