Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF) vince davanti al Giudice del Lavoro di Firenze


Lo Studio Lipani Catricalà & Partners ha assistito l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF) nel procedimento che ha neutralizzato un contenzioso potenziale di circa 7 milioni di euro.

La difesa dello Studio Lipani Catricalà & Partners, curata dagli avvocati Damiano Lipani, Roberto Ferraresi ed Emanuele Veronesi, ha consentito di neutralizzare domande alle quali si sarebbero potute aggiungere analoghe rivendicazioni di altri dipendenti dell’Amministrazione, con le stesse mansioni dei ricorrenti, che avrebbero potuto portare ad una potenziale passivo di circa Euro 7.000.000,00 per l’ANSF, particolarmente gravoso soprattutto nella attuale fase di trasformazione di ANSF, che verrà soppressa ai sensi del D.L. n. 109/2018 (c.d. Decreto per la città di Genova), in ANSFISA – Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e delle Infrastrutture stradali e autostradali.

Aderendo alle tesi formulate in difesa dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF), il Tribunale di Firenze, ha accertato che l’Amministrazione non è tenuta a riconoscere alcunché a quattro dipendenti – che hanno affermato di svolgere presso ANSF mansioni equiparabili a quelle degli ispettori di volo – a titolo di pretese differenze retributive in relazione al loro asserito diritto a vedersi riconosciuto il trattamento retributivo riservato a detti ispettori di volo ENAC, al quale fa riferimento la disciplina attinente al personale dell’ANSF.

In particolare, il Giudice del Lavoro, dopo aver riconosciuto con sentenza in via non definitiva il diritto dei ricorrenti alle differenze retributive, ha ritenuto, in via definitiva, che gli stessi non abbiano dimostrato, come invece avrebbero dovuto, la sussistenza dei presupposti per l’esigibilità delle pretese voci retributive, non avendo provato in particolare che, in relazione alla qualità e quantità dell’attività lavorativa prestata da ciascuno, spettassero loro le asserite differenze economiche, pari complessivamente ad oltre Euro 500.000,00.

L’Agenzia Italiana per la Sicurezza delle ferrovie, operativa dal 2008, è un’agenzia indipendente (Ente pubblico) che fornisce agli operatori ferroviari i principi informatori delle disposizioni e prescrizioni di loro competenza e vigila affinché siano mantenuti gli attuali livelli di sicurezza, promuovendone il costante miglioramento in relazione al progresso tecnico e scientifico, garantisce un trattamento equo e non discriminatorio a tutti i soggetti interessati alla produzione di trasporti ferroviari, contribuisce all’armonizzazione delle norme di sicurezza nazionali e internazionali favorendo l’interoperabilità della rete ferroviaria Europea.

Involved fees earner: Damiano Lipani – Lipani Catricalà & partners; Roberto Ferraresi – Lipani Catricalà & partners; Emanuele Veronesi – Lipani Catricalà & partners;

Law Firms: Lipani Catricalà & partners;

Clients: Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF);