Accolto il ricorso di BNP Paribas SGR contro due avvisi di accertamento dell’Agenzia delle Entrate

La Commissione Tributaria Provinciale di Roma ha accolto il ricorso presentato dalla Società di gestione del Risparmio del gruppo BNP Paribas contro due avvisi di accertamento in materia di imposta di registro relativi ad un significativo apporto immobiliare da un Ente previdenziale al fondo a esso dedicato.

La sentenza – la prima a quanto consta – riconosce la naturale esclusione dall’imposta di registro per tale tipologia di operazioni per le quali dunque non opera il giro di vite su agevolazioni ed esenzioni disposta dal legislatore tributario nel 2011.

Tuttavia, se questo indirizzo sarà confermato, appare di rilevanza non trascurabile, rappresentando un importante incentivo all’utilizzo dello strumento finanziario da parte di Enti previdenziali, casse ed enti pubblici che intendono razionalizzare la gestione del proprio patrimonio immobiliare.

Lo studio Puri Bracco Lenzi ha assistito il gruppo BNP Paribas nel contenzioso, con un team composto dal professor Paolo Puri, e dagli avvocati Mario del Vaglio e Alberto Mula.

 

Involved fees earner: Paolo Puri – Puri Bracco Lenzi e Associati; Mario del Vaglio – Puri Bracco Lenzi e Associati; Alberto Mula – Puri Bracco Lenzi e Associati;

Law Firms: Puri Bracco Lenzi e Associati;

Clients: Bnp Paribas REIM;